Pesce d’Aprile 2019 in Pokémon GO con Pikachu e Ash Ketchum

Arriva il pesce d’aprile in Pokémon GO con protagonisti Pikachu e Ash Ketchum, una sorpresa segreta e inaspettata da parte degli sviluppatori della Niantic.

Da poco infatti è stata introdotta una nuova funzionalità in Pokémon Go chiamata GO Snapshot che permette di scattare foto in modalità AR con qualsiasi pokémon precedentemente catturato.

Appena inaugurata la funzionalità era possibile trovare come fotobomber anche Smeargle e ne abbiamo parlato nella nostra guida per trovare smeargle con GO snapshot.

Cosa succede durante il Pesce d’Aprile in Pokémon GO 2019

A quanto pare sarà possibile trovare due ospiti d’eccezione proprio utilizzando la nuovissima funzione Go Snapshot come nel precedente evento di smeargle.

Durante l’evento a sorpresa del 1 Aprile in Pokémon GO potrete trovare proprio l’allenatore più famoso del mondo nelle vostre foto con GO Snapshot.

Avrete inoltre la possibilità di catturare Pikachu ovviamente con il cappello di Ash addosso come riportato dai molti utenti che hanno già avuto occasione di provarlo.


Sintesi dell’evento pokémon pesce d’aprile 2019

In sintesi durante il 1 Aprile 2019 l’evento Pesce D’Aprile di Pokémon GO si riassume in:

  1. Possibilità di trovare Ash Ketchum utilizzando la funzione GO Snapshot
  2. Possibilità di catturare Pikachu con il cappello di Ash
  3. Possibilità di ottenere di conseguenza:
    1. Pikachu Cappello di Ash
    2. Pikachu Shiny Cappello di Ash
    3. Raichu Cappello di Ash
    4. Raichu Shiny Cappello di Ash

Come trovare Pikachu o Ash nelle foto AR

Molti utenti hanno riferito che il metodo migliore per trovare Pikachu o Ash Ketchum nelle foto scattate con la nuova modalità GO Snapshot è questo:

  • Scattare una foto
  • Verificare nell’anteprima in basso a destra che ci sia il foto bomber
  • Se non c’è fermarsi
  • Uscire e ricominciare

A quanto pare è inutile scattare ripetutamente con lo stesso pokémon 10 o più foto di fila ma basta la prima per capire se ci sarà l’intruso o meno.

L’evento è stato anticipato nei luoghi dove era già scattata la mezzanotte del primo Aprile ma è stato in seguito confermato anche in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *